Crea sito

Come organizzare il proprio tempo

Il tempo, questo misterioso essere. Quando non hai niente da fare non passa mai mentre quando hai tante cose passa troppo in fretta e prima che te ne accorga è tardi. Negli anni mi sono spesso ritrovata persa dietro tutti i compiti e le cose da fare che si accavallavano l’una sull’altra e che non sapevo gestire. Mi svegliavo la mattina e già pensavo alle cose che dovevo fare, arrivavo alla sera e c’era sempre qualcosa che avevo dimenticato o che non avevo fatto in tempo a fare.
Questo fino all’arrivo della mia passione per le lingue, a quel punto il tempo si è ridotto ancora di più perché non riuscivo a trovare un metodo per organizzare tutti gli impegni. Ho provato ad usare i post-it poi sono passata alle agende fini ad arrivare a lei. Credevo di essere un caso perso e che semplicemente ero una persona disorganizzata ma alla fine ho trovato la cosa giusta per me, la moleskine settimanale con l’orario.

Con questo nuovo accessorio sono riuscita ad essere un po’ più organizzata perché avendo l’orario potevo organizzare la giornata nei minimi dettagli. Sentivo però che mancava ancora qualcosa. Mi mancava una parte specifica per le lingue, quindi ho deciso di crearmene una per conto mio prendendo spunto dalla moleskine. Alla tabella settimanale con orario classica ho aggiunto una seconda tabella settimanale divisa in 4 parti ognuna riguardante una delle capacità che vanno sviluppate nelle lingue, la scrittura, la lettura, il parlato e la comprensione. In questo modo ho una tabella per gli impegni generali e un’altra specifica per le lingue dove posso annotare le attività giornaliere ed i miei progressi.
Queste due tabelle insieme sono il mio salvavita. Mi aiutano a mantenere un minimo di equilibrio nella mia vita. Io organizzo il mio tempo nel seguente modo. La mattina mi alzo verso le 7 e dopo aver fatto colazione ed aver portato fuori il cane mi metto al lavoro verso le 8. Comincio subito con lo studio per gli esami inframmezzato da un po’ di lingue. Quindi a mezzogiorno mi fermo per la pausa pranzo e dopo aver fatto qualche lavoro per casa riprendo alle 15/16 ed in base al mio livello di energia o studio le lingue o studio per gli altri esami. Finisco la sessione quando torna mia madre a casa per le 19/19:30. Prima di riporre tutto organizzo il giorno successivo nelle due tabelle. Quindi chiudo l’agenda e la mia giornata di studio finisce così.
Detta in questo modo sembra che abbia raggiunto un equilibrio perfetto ma così non è. Ci sono giorni in cui sono meno carica e non riesco a fare tutto ciò che mi ero prefissata ma anche questo fa parte del gioco. In fondo nessuno è perfetto e tutti abbiamo dei giorni no. L’unica cosa che si può fare è accettare la condizione e fare meglio quando ci si sente più carichi.
Oggi ho deciso di condividere con voi le mie due tabelle. Da oggi se vi sottoscrivete al mio blog le riceverete gratuitamente nella vostra email pronte per essere stampate ed usate o usate direttamente online, come preferite voi.
E voi come organizzate le vostre giornate? Usate delle agende?

Share and like:

Lascia un commento